Se pensate che una grattugia sia uno strumento piccolo ed inutile, provate a grattugiare una bella forma di formaggio, magari di quelle che vi sono saltate fuori dal cesto di Natale. Allora? Non è semplice, vero? La grattugia, anche se piccola e ignorata da molti, è uno strumento molto utile in cucina, soprattutto se evita di fare molti sforzi. Le prime grattugie manuali sono state sostituite da moderni macchinari elettrici che presentano diverse funzioni, oltre che dimensioni, caratteristiche e colori.

In questa recensione ci siamo occupati della grattugia elettrica Ariete Gratì Turbo. Ariete, la nota azienda italiana, è piuttosto famosa in questo campo, tant’è vero che il suo catalogo è ricco di grattugie elettriche di ogni forma e dimensione. La Gratì Turbo è un grattugia a forma di proiettile compatta e molto leggera. Facile da spostare in cucina con una peculiarità non da poco. Il contenitore che contiene il formaggio appena grattugiato, funge anche da dosatore da mettere direttamente a tavola!

Piccolo, ma potente

La grattugia Ariete Gratì Turbo è composta principalmente da due parti, il motore che si trova in alto nella parte arancione e il contenitore trasparente che si aggancia sotto di esso. Il funzionamento della grattugia è piuttosto semplice. Si sgancia il motore, si inserisce l’ingrediente da tritare e si riaggancia il motore azionandolo. Il motore ha una potenza di ben 200 watt, che sono molti per un apparecchio di piccole dimensioni come questo. In effetti, riesce a tritare qualsiasi pezzo di formaggio senza troppa difficoltà e il tutto non è nemmeno troppo rumoroso. Tutto l’ambaradan ha un ingombro ed un peso davvero ridotto: 15 x 15 x 22 cm per 948 grammi di peso.

Come potete notare anche dalle foto, il prodotto è colorato del tipico arancione Ariete, difficile da confondere. Dal punto di vista estetico, questo Ariete Gratì Turbo è molto carino, piccolo, moderno e con una linea morbida ed efficace. Lo potete tenere tranquillamente sul ripiano di una qualsiasi cucina, classica o moderna che sia, oppure tenerlo in un cassetto pronto per l’uso.

Non convince al 100%

Ci sono dunque molti aspetti che ci sono piaciuti di questa grattugia, tra cui ricordiamo il design, la potenza del motore e il dosatore integrato nel contenitore. Tuttavia, ci sono anche degli aspetti negativi che non possiamo non prendere in considerazione. Stiamo parlando del coperchio che chiude proprio il contenitore salva freschezza. Questo presenta sulla sua sommità una piccola maniglia per il trasporto comoda, ma un po’ troppo alta per i nostri gusti, infatti, non siamo sicuri del fatto che il tutto entri facilmente in qualsiasi ripiano del frigo.

Altra nota dolente, sembra essere proprio il dosatore, o meglio la sua molla, che alcuni utenti hanno definito troppo fragile. Anche se durante la nostra prova non abbiamo avuto alcun problema, dobbiamo ammettere che forse non è la parte più resistente dell’apparecchio. In definitiva, questa grattugia elettrica Ariete Gratì Turbo presenta un buon compromesso tra prezzo e prestazioni, anche se va usata “a piccole dosi”.