fbpx

Select Page

Estrattore Di Succo A Freddo: Guida All’acquisto Migliore

Ultimo aggiornamento su

Estrattore di succo miglioreTi hanno suggerito di mangiare molta frutta per perdere peso? La preferisci bere piuttosto che mangiare? Allora sei sul sito giusto! Noi ci occupiamo dei migliori estrattori di succhi al mondo. Devi sapere che non solo tu, ma ogni persona dovrebbe consumare al giorno almeno cinque porzioni di frutta. Purtroppo, la vita che facciamo, che ci vede sempre di corsa e la difficoltà di recuperare in giro verdura e frutta fresca, ci impediscono di raggiungere questi risultati. Cosa possiamo fare? Quale strumento possiamo utilizzare per consumare una maggiore quantità di frutta, senza perdere troppo tempo?

La risposta è ovviamente l’estrattore di succo! Frutta e verdura contengono moltissimi elementi che fanno bene alla nostra salute, tra questi citiamo: vitamine, minerali, enzimi, licopene, betacarotene, antocianine, luteina e quercetina. È fondamentale non eliminare questi contenuti da frullati, succhi, centrifugati o estratti, quando si vuol raggiungere la dosa giornaliera raccomandata dagli esperti di frutta e verdura. Se si sottopongono questi elementi, ad esempio, ad una centrifuga troppo violenta, potremmo perdere le qualità dei succhi. Per questo motivo, all’interno di quest’articolo, non troverai solo informazioni riguardanti gli estrattori di succo, ma anche come utilizzarli al meglio.

Confronto tra i migliori estrattori di succo in commercio

Anteprima
Scelta migliore
Panasonic MJ-L501KXE Slow Juicer, Estrattore di Succo Senza Lame, Design Salvaspazio Sottile ed Elegante, Elevata silenziosità, Finitura Soft, 150 W, 63 Decibel, Nero
Kenwood Estrattore JMP601SI PureJuice, 1 l
Miglior prezzo
IKICH-Estrattore di Succo a Freddo Professionale, Estrattore a Freddo di Frutta e Verdura da 64 RPM/Min, 200W, 2 Contenitori e Ricetta Italiana
Imetec SuccoVivo SJ 1000 Estrattore di Succo a Freddo Professionale, Spremitura Lenta, Potente Motore a Induzione, senza Lame, 2 Filtri, Accessorio Sorbetti, con Ricettario
Melchioni Family Vega Estrattore a Freddo di Frutta e Verdura, 1 litro
Prodotto
Panasonic MJ-L501KXE
Kenwood JMP601SI
IKICH TKKCCP149AWEU-FRAS1
Imetec SuccoVivo SJ 1000
Melchioni Family Vega
Giri al minuto
45 g/min
60 g/min
64 g/min
60 g/min
55 g/min
Caraffa
980 ml
1.3 L
2x600 ml
2x800 ml
1 L
Consumo energetico
150 W
150 W
200 W
240 W
120 W
Scelta migliore
Anteprima
Panasonic MJ-L501KXE Slow Juicer, Estrattore di Succo Senza Lame, Design Salvaspazio Sottile ed Elegante, Elevata silenziosità, Finitura Soft, 150 W, 63 Decibel, Nero
Prodotto
Panasonic MJ-L501KXE
Giri al minuto
45 g/min
Caraffa
980 ml
Consumo energetico
150 W
Anteprima
Kenwood Estrattore JMP601SI PureJuice, 1 l
Prodotto
Kenwood JMP601SI
Giri al minuto
60 g/min
Caraffa
1.3 L
Consumo energetico
150 W
Miglior prezzo
Anteprima
IKICH-Estrattore di Succo a Freddo Professionale, Estrattore a Freddo di Frutta e Verdura da 64 RPM/Min, 200W, 2 Contenitori e Ricetta Italiana
Prodotto
IKICH TKKCCP149AWEU-FRAS1
Giri al minuto
64 g/min
Caraffa
2x600 ml
Consumo energetico
200 W
Anteprima
Imetec SuccoVivo SJ 1000 Estrattore di Succo a Freddo Professionale, Spremitura Lenta, Potente Motore a Induzione, senza Lame, 2 Filtri, Accessorio Sorbetti, con Ricettario
Prodotto
Imetec SuccoVivo SJ 1000
Giri al minuto
60 g/min
Caraffa
2x800 ml
Consumo energetico
240 W
Anteprima
Melchioni Family Vega Estrattore a Freddo di Frutta e Verdura, 1 litro
Prodotto
Melchioni Family Vega
Giri al minuto
55 g/min
Caraffa
1 L
Consumo energetico
120 W

Ultimo aggiornamento 2019-11-24 at 06:49 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Giri al minuto: indica il numero di giri al minuto che il motore è in grado di sviluppare
Caraffa: indica la quantità di liquido (in millilitri o litri) che la caraffa in dotazione (se presente) è in grado di contenere
Consumo energetico: indica in Watt il consumo massimo energetico

Come sceglierne uno estrattore di succo

Questa è una regola che vale un po’ per qualsiasi prodotto e quindi anche per un estrattore di frutta. Prima di effettuare una scelta dovete pensare sempre quale siano le vostre esigenze. Tutti sono in grado di estrarre il succo dalla frutta o dalla verdura, ma non tutti possono vantare la stessa qualità di estrazione. Inoltre, ogni tipo ha la sua velocità e questa va scelta in base alle nostre esigenze. Partiamo col dire che non esiste un prodotto universale, non c’è per intenderci, quello che va bene per tutto, ma solo un estrattore per ogni esigenza.

Per un diverso tipo di spremuta è disponibile un diverso tipo di frutta, che può essere succosa, morbida o dura. È necessario quindi conoscere i propri gusti e le proprie esigenze, per scegliere l’estrattore di succo che possa fare al caso nostro. In commercio sono pochi gli estrattori che riescono a lavorare egregiamente ogni tipo di frutta. Diciamo che in generale, quasi tutti i modelli disponibili sul mercato, sono in grado di estrarre il succo da frutta e verdura come: agrumi, rape, mele e carrote, ma i risultati ottenuti possono differire in base al tipo di estrattore che si utilizza, soprattutto se si utilizzano verdure, frutti con il nocciolo o bacche.

Anche la maturazione del frutto incide sulla buona riuscita del succo, quindi qualsiasi sia il prodotto che scegliamo, la qualità del succo non sempre dipende da quest’ultimo. Un esempio molto semplice lo si può fare effettuando la spremuta di qualche mela appena colta dall’albero o comunque fresca, con delle metà di mele che sono rimaste a lungo all’aria. I risultati ottenuti in questo caso saranno ben diversi tra di loro. Se vuoi ottenere dei succhi “tropicali”, quindi utilizzando frutta come kiwi, ananas o mango, devi sapere che non tutti gli estrattori sono efficaci. Anzi, i migliori sono quelli a una coclea (ossia quelli con la grande vite a chiocciola).

Tanta frutta diversa

Per ogni estrattore un succo diversoCerto, prima di arrivare su queste pagine forse immaginavi che un qualsiasi estrattore di succo fosse buono per tutti i tipi di frutta e verdura. Bene, non è così. Guarda in faccia alla realtà e cerca di capire bene, questo ti aiuterà a capire quale sia il modello più adatto alle tue esigenze. È molto semplice, l’estrattore va scelto in base al tipo di frutta o verdura che si vuole frullare. Se, come abbiamo appena detto, per la frutta tropicale o anche per mirtilli, fragole e lamponi gli estrattori migliori sono quelli a una coclea, per le erbe e le verdure a foglie c’è bisogno di altri tipi di estrattori, che sono quelli a due alberi!

La resa di quest’ultimi è migliore rispetto a quelli a una coclea. Questo non significa che se ho un estrattore a una coclea non posso frullare erbe, ma solo che i risultati ottenuti saranno inferiori rispetto ad un estrattore a due alberi. Se vogliamo frullare spesso e volentieri le bacche, come ad esempio il ribes o l’uva, vanno bene qualsiasi tipo di estrattore a uno o due alberi e quelli a una coclea. Non sono ottimali, invece, le centrifughe per questo tipo di operazione.

Veniamo poi ai frutti con nocciolo, che come potri intuire, sono più difficili da lavorare. Il succo che danno questi frutti è molto più cremoso, e sono ottimi come supplemento per un succo molto liquido. Con questi frutti, si deve fare attenzione a non intasare i filtri, siccome le fibre tendono a rallentare la spremuta. Per quanto riguarda gli ortaggi, vanno bene quasi tutti i tipi di estrattore, che a seconda di quello che utilizziamo, cambia solo un pochino la resa. Infine, abbiamo gli agrumi, molto amati dagli italiani. Anche qui vale lo stesso discordo degli ortaggi. Sono facili da lavorare per qualsiasi estrattore, può solo variare il grado di limpidezza.

Il migliore estrattore di succo sul mercato

Lo abbiamo già detto, ma ripetersi non fa mai male. Non esiste il migliore estrattore di succo al mondo, ma semplicemente quello più adatto alle proprie esigenze. Quando bisogna acquistare un nuovo estrattore si devono tenere a mente poche cose, ma fondamentali. Innanzitutto, va precisato l’utilizzo che ne faremo. Se vogliamo fare tanti succhi, tutti i giorni, sarà meglio acquistare un prodotto valido che possa resistere ad un certo livello di lavoro. Poi dobbiamo decidere quale tipo di frutta o verdura frulleremo più spesso, questo ci farà decidere per uno o l’altro modello di estrattore. Infine, sempre importante, dobbiamo scegliere un budget di spesa. In base a queste informazioni, questa è la mia classifica degli estrattori preferiti:

  1. Panasonic MJ-L501KXE
  2. Kenwood JMP601SI
  3. IKICH TKKCCP149AWEU-FRAS1
  4. Imetec SuccoVivo SJ 1000
  5. Melchioni Family Vega

Non è un semplice gioco o una perdita di tempo, ma realizzare la propria classifica dei prodotti preferiti, aiuta poi ad effettuare una scelta in maniera più rapida e precisa. Prova a farlo anche tu e vedrai che al termine la tua scelta sarà più facile. Certo, puoi scegliere tra i prodotti qui elencati o tra le altre centinaia di estrattori disponibili online. Inoltre, sono certo che te ne sei già accorto, sulle nostre pagine trovi anche tante recensione dei prodotti più famosi, grazie ad esse potrai farti un’idea generale, prima di scegliere.

Centrifuga o estrattore a freddo?

Se sei arrivato fin qui è perché probabilmente hai davvero voglia di succo di frutta fatto in casa. Una delle domande che mi vengono poste più spesso da chi vuole farlo è: meglio una centrifuga o un estrattore? In questo paragrafo parleremo proprio di questo e cercherò di eliminare una volta per tutte i tuoi dubbi. Partiamo però con i frullatori, che molti italiani hanno già nelle loro case. I succhi di frutta NON si possono preparare con il frullatore, ma con esso potete solo preparare i frullati. Questi sono più densi dei succhi e mantengono il colore della fibra da cui sono estratti.Veniamo quindi alle centrifughe.

Con queste potete ottenere i succhi di frutta, ma eliminando del tutto le fibre. Il funzionamento della centrifuga è molto semplice. Solitamente sono dotate di una lama metallica, che girando verticosamente separa, mediante forza centrifuga, il succo dalle fibre. Questi vengono poi distribuiti in due differenti contenitori. Il problema reale della centrifuga sta proprio nel suo particolare funzionamento. Girando velocemente, la lama produce calore, questo disattiva alcuni enzimi che sono presenti tanto nella frutta quanto nella verdura. Quindi il succo prodotto da una centrifuga potrebbe essere meno nutriente di quello prodotto con un estrattore.

Bene, quindi non ci resta che parlare degli estrattori di succo a freddo, detti anche Slow Juicer. Questi, a differenza delle centrifughe, lavorano con un movimento lento e quindi non producono calore. Questo mantiene intatto gli enzimi e produrrà succhi più nutrienti. Purtroppo, anche con un estrattore si perdono fibre molto importanti. Chi ama i cosiddetti “succhi verdi” non può fare a meno di un estrattore di succo a freddo. Oltre ad essere più nutrienti, i succhi prodotti con un estrattore, possono essere conservati più a lungo, circa 48-72 ore, i centrifugati, invece, vanno consumati subito.

Quanto succo e con quale frequenza voglio ottenerlo?

Decidere a priori la quantità di succo che si vuol fare è importantissimo. Ad esempio, se le tue intenzioni sono quelle di preparare grandi quantità di succhi di frutta fatti in casa, allora potresti pensare a centrifughe con fori grandi di riempimento. In questo caso si ha una lavorazione molto veloce, ma con i pro e i contro di cui abbiamo appena parlato. Gli estrattori sono ovviamente più lenti, e hanno un tempo di lavorazione continua limitato, in genere non supera i 30 minuti. In questo tempo si riesce a preparare circa 4 litri di succo. Se ciò è sufficiente, allora non avere dubbi, l’estrattore è ciò che fa al caso tuo.

Solo un piccolo avviso, alcuni estrattori hanno un “sistema chiuso”, questo significa che la polpa non fuoriesce, ma resta dentro la macchina. Quando questa è piena, bisogna immediatamente svuotarla per poter continuare senza problemi. Detto questo, passiamo alla frequenza di estrazione. La manutenzione di un sistema estrattore è lunga e complessa, per questo motivo, l’entusiasmo del “giocattolo nuovo” sparisce molto rapidamente. L’estrattore va pulito in ogni sua parte dopo ogni utilizzo e questo non è il massimo del “divertimento”.

Per questo motivo, se la tua pazienza o il tuo tempo non sono infiniti e non vuoi perdere molto tempo prezioso passandolo a pulire ed asciugare il tuo estrattore, ma vuoi comunque realizzare i tuoi frutti di succo ogni giorno, il mio consiglio è quello di puntare su un estrattore che sia facile da pulire. Scegliere bene il tuo prossimo estrattore di succo è molto importante, per non rischiare di metterlo via dopo pochi utilizzi perché ci si annoia ad utilizzarlo. Prima di lanciarti all’acquisto di un qualsiasi prodotto, quindi, leggi bene le specifiche e cerca di capire in quale modo potrebbe esserti utile o se è meglio dirottare la tua attenzione altrove.

Prezzi e offerte

Estrattore di succo prezzi e offerteCome ogni prodotto che si rispetti sul mercato possiamo trovarne centinaia di modelli differenti. Abbiamo quelli molto economici, ad esempio un estrattore di succo manuale è molto più economico di uno elettrico, ma anche molto più “antipatico” da utilizzare. Partiamo con i modelli professionali, che a dirla tutta non sono proprio quelli di cui ci occupiamo noi. Sono i modelli “da bar” o per i ristoranti. Che oltre ad essere funzionali devono anche essere belli, per essere esposti in bella vista. Costano moltissimo, ma passiamo avanti.

Preferiamo occuparci degli estrattori di succo ad uso domestico. Anche qui abbiamo una categoria detta “professionale”, ma non perché rivolti ad una attività imprenditoriale, ma solo perché dotati di funzioni e caratteristiche che sono il top della gamma. Costano in genere sopra i 300 euro e sono realizzati appositamente per i veri amanti dei succhi di frutta fatti in casa, quelli che li utilizzano molto, per estrarre grosse quantità di succo, da utilizzare poi anche durante i prossimi giorni.

Abbiamo anche una categoria super economica. Sono estrattori di succo che lasciano il tempo che trovano, poco sicuri, poco efficaci, prodotti che definire “da bancarella” non è male. Onestamente sconsiglio vivamente di affidare la propria salute (perché anche di questo si parla) ad un prodotto di dubbia provenienza e con sicurezza ridotta. Molto meglio, se non si vuol spendere tanto, affidarsi a prodotti di buona qualità e dal giusto prezzo. In commercio se ne trovano moltissimi e noi ve ne proponiamo altrettanti!

Per conclude

Siamo arrivati ormai al termine di questo lungo articolo. Non ti resta che affrontate la tua scelta. Ormai dovresti aver capito quale sia l’estrattore di succo più adatto alle tue esigenze e mano alla tua classifica principale, complice anche una buona offerta online, potrai scegliere il tuo estrattore con molta facilità. Se hai bisogno di approfondire ancora l’argomento però, non dimenticare i nostri articoli, che ampliano la conoscenza di questo mondo fatto di succhi, colori e bontà!